KATARZYNA MARIA LACIAK PROTAGONISTA A PARMA 360

Katarzyna Maria Laciak protagonista a Parma 360

In occasione della quarta edizione dell’evento PARMA 360, anche la pittrice Katarzyna Maria Laciak, già gallerista della Galleria Albatros, sita nella medesima città emiliana, è protagonista dell’importante rassegna d’Arte, con una sua Mostra Personale presso la My English School, in via Ferdinado Angelo Maria Provesi.

di Pasquale Di Matteo

In occasione della quarta edizione dell’evento PARMA 360 – Festival della creatività contemporanea,  la città di Parma è animata da un ricco programma di mostre, installazioni ed eventi in cui a essere protagonista è l’arte contemporanea in tutte le sue forme e declinazioni, con un occhio di riguardo rivolto agli artisti emergenti.

Direttrice e Curatrice dell’evento sono Camilla Mineo e Chiara Canali, che si avvalgono della partecipazione organizzativa delle associazioni 360° Creativity Events ed Art Company, del sostegno del Comune di Parma e del coinvolgimento di un’ampia rete di partner pubblici e privati.

Quest’anno, la rassegna ha un sapore particolare, in quanto precede di un anno le celebrazioni di Parma Capitale Italiana 2020, inoltre ricorda il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci.

Non a caso, la rassegna artistica pone al centro dell’attenzione la sperimentazione, l’indagine e la voglia di cercare nuove frontiere.

Anche Katarzyna Maria Laciak è protagonista attiva dell’importante evento artistico, invitata a esporre la propria Arte dalla My English School, presso la cui sede l’artista e gallerista di origini polacche ha posizionato alcune sue opere, visionabili fino al 19 maggio 2019, data conclusiva della rassegna.

Le opere presentate da Katarzyna Maria Laciak si riferiscono al periodo più classico e genuino della sua espressione artistica, in cui si scoprono protagonisti volti di donne catturate in diverse espressioni, ora più sensuali e serene, altre volte pensierose.

La Laciak è una pittrice che non ha ancora trovato una sua strada caratteristica principale, ma che è solita percorrere diverse tangenti, a seconda dei diversi periodi del vivere, che la conducono nei meandri del proprio esistere, da dove attinge le ispirazioni più profonde e catartiche, sia per se stessa, sia per chi osserva i frutti del suo lavoro.

Le donne di Katarzyna Maria Laciak esposte negli spazi della My English School rappresentano una sintesi dell’opera pittorica dell’artista, anima della Galleria Albatros di Parma, in cui risiedono donne risolute, tenebrose, che hanno la forza di sbuffare fumo in faccia a chi hanno di fronte, ma anche sognatrici o provocanti, e persino donne che fanno della sensualità l’arma vincente, grazie alla quale non soccombere in un mondo ancora profondamente maschilista.

Ci sono persino donne forti in mezzo a una tormenta di neve, che sembrano serene, mentre proiettano lo sguardo verso l’orizzonte, e non poteva mancare un’opera della serie dei cyborg, con cui la Laciak ha approfondito in maniera viscerale uno dei suoi temi più cari, ovvero l’avversione nei confronti del mondo femminile, dal quale più volte è rimasta delusa.

Donne cyborg, a rappresentare la metafora di persone prive di sentimenti, dal cuore glaciale e dall’anima sterile, vuota, quando non piena di negatività.

Non sembra un caso, infatti, che l’artista abbia deciso di presentare anche un suo omaggio a Marilyn Monroe, attrice di successo e icona sexy indiscussa per intere generazioni, ma anche donna fragile e vilipesa dalla vita e da una serie di eventi e di situazioni che le hanno precluso anzitempo pagine della sua storia personale, caratterizzata dalla riscossa sugli anni difficili dell’infanzia, fino agli amori travolgenti e alle amicizie potenti, ma, al tempo stesso, troppo ingombranti.

Alcune opere tra quelle esposte alla mostra di Katarzyna Maria Laciak sono più immediatamente riconducibili al volto della stessa artista, che, difatti, è solita dipingere le sue donne realizzando il proprio sguardo, in un meccanismo di difesa che la porta a chiedere a quei volti creati con i colori a olio di non tradirla, di non rivoltarsi contro.

I colori di Katarzyna Maria Laciak richiamano gli umori del momento, spaziando su di un ampio ventaglio di soluzioni cromatiche, che riassumono il riecheggiare della sua anima, ora passionale e sensuale, in rossi caldi e seducenti, altre volte travolta da gialli e bianchi più aperti alla speranza e al desiderio dirompente di cambiamento, fino a ritrovare tonalità blu e rosa, in una chiara ricerca di meditazione e di abbracci carichi d’amore.

Un ventaglio di soluzioni cromatiche che declinano sulle tele le tante sfaccettature dell’anima della Laciak, una donna dal cuore ricolmo d’amore, circondato da un corpo che racchiude un animo nobile, ma turbolento, nonché una personalità esuberante, frizzante, esplosiva.

Fino al 19 maggio, insomma, presso la My English School, si potranno ammirare briciole dell’essenza di Katarzyna Maria Laciak, e non soltanto alcune opere della sua corposa serie di tele create in questi anni, scoprendo un’artista dell’anima prim’ancora di una pittrice attenta a ciò che la circonda.

Durante la giornata del 15 maggio, gli ospiti saranno allietati con una degustazione di vini, enfatizzando l’aspetto introspettivo e viscerale dell’Arte di Katarzyna Maria Laciak.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...