THEOPA E IL SUO ESPRESSIONISMO SURREALE

Theopa e il suo espressionismo surreale.

Theopa è un artista poliedrico che, attraverso la pittura, la scrittura e la musica, declina in un messaggio di denuncia le storture prodotte dalla società liberista e consumista, come monito per le generazioni future.

di Pasquale Di Matteo

THEOPA, il cui vero nome è Pasquale Di Matteo, nasce in provincia di Napoli, nel 1976.

I suoi genitori si trasferiscono nella bassa pianura lombarda quando ha appena pochi mesi di vita, motivo per cui vive con un profondo senso di vuoto gli anni della prima infanzia, lontano dai nonni, dagli zii e, soprattutto, dai cugini.

Questa sua angoscia lo porta a essere un bambino introverso, tanto da cominciare fin dalla tenera età a sfogare ciò che ha dentro attraverso diverse forme d’arte: dalla musica, suonicchiando una vecchia tastiera del padre, al disegno; scarabocchiando su carta ritratti di volti rubati dai settimanali, fino alla scrittura, dando vita a racconti e a brevi romanzi.

La sua passione per la musica prende il sopravvento, tanto che il giovane Pasquale vorrebbe iscriversi al Conservatorio, ma i genitori non approvano questa sua scelta e lo spingono altrove.

Tuttavia, nel 1996, è tra i vincitori di un concorso per giovani cantautori patrocinato da RADIO ITALIA SOLO MUSICA ITALIANA.

Così, ottiene un contratto discografico da una piccola etichetta indipendente toscana, la MAMAS RECORDS, grazie alla quale, per circa un anno, si esibisce in diverse località del centro Italia.

Tuttavia, il successo si ferma sempre a un passo dalla consacrazione finale, fino a spingere Pasquale a desistere, finendo per diversi anni a lavorare in fabbrica, come operaio metalmeccanico, anche se non abbandona mai del tutto l’arte, continuando a comporre brani e suonando in una band, chitarra e voce.

(Video di un brano di THEOPA dal titolo My Departure, in cui si parla di un uomo sconvolto da una vita di fallimenti, che decide di suicidarsi, clicca qui).

Negli anni, Pasquale scrive tre thriller, ottenendo diverse proposte di pubblicazione a pagamento, alle quali non risponde positivamente, perché contrario a spendere soldi solo per assaporare il gusto di scoprire un suo libro tra gli scaffali di una libreria.

Nel dicembre del 2017, scopre una grave malattia che lo costringe a diversi mesi di convalescenza.

Viene operato in aprile e, per fortuna, ne esce vincitore, seppur con venti chili in più e i muscoli delle gambe quasi atrofizzati per la deambulazione compromessa per mesi.

Non sapendo come trascorrere il tempo e, soprattutto, come svagarsi, nel febbraio del 2018, inizia a raccontare la sua visione del mondo anche sulle tele e non più solo nei testi delle sue canzoni.

Comincia a firmarsi THEOPA, perché non ha mai amato il suo nome, troppo lungo e poco musicale, e poi perché THEOPA era il nome d’arte che avrebbe voluto utilizzare qualora fosse riuscito a sfondare nella musica da solista.

opere di theopa in albatros

THEOPA rappresenta le masse con le teste di manichini, senza volti definiti, per rimarcare la scomparsa dell’identità e della personalità in funzione del desiderio di assomigliare ai modelli che i media ci propongono come positivi, giusti, corretti.

Un’alienazione del diverso e di tutto ciò che non è stereotipato che trasforma quanto è definito progresso in un pericoloso regresso culturale che sta conducendo la società verso un’era in cui i ricchi e potenti saranno considerati sempre più delle divinità.

Nelle sue opere, THEOPA raffigura spesso le donne, non solo come entità femminile riconducibile anche alla sfera sessuale, ma principalmente come icona del lato ancora genuino e incontaminato della società contemporanea.

THEOPA si scaglia contro i poteri forti, contro una condizione che determina una dilagante povertà perché un manipolo di super ricchi e di ricchi non perda i propri privilegi, contro le banche e il sistema finanziario, contro i media e contro il lato più radicale delle religioni e le loro regole fortemente maschiliste.

La sua pittura è volutamente carica di colori forti, di fiamme e di luce, i cui bagliori sono spesso i luccichii del lusso, destinato a diventare ferraglia e plastiche da gettare via, in una perdita di valori e di spessore culturale che porta i più a giudicare l’altro non per la cultura, la pienezza dell’animo, la simpatia, ma relativamente al gonfiore del portafogli.

THEOPA non si definisce un pittore e abiura qualsiasi raffinatezza stilistica e di tecnica poiché gli importa esclusivamente comunicare il messaggio che vuole trasmettere, convinto del fatto che una buona tecnica sia riscontrabile in qualsiasi accademia, mentre l’arte si trovi proprio nella capacità di un’opera di comunicare qualcosa.

Un’espressione artistica che la Semiologa e Critico d’Arte, Nadia Celi, ha definito un Espressionismo Surreale pieno di segni e di simboli, la cui forza del messaggio acquisterà valore con il tempo, quando chi verrà domani potrà cogliervi e studiare il nostro presente.

THEOPA è CEO del blog eventiarmonici.com e segue il suo sito theopa.live.

Inoltre, collabora con la Galleria Albatros, della quale gestisce il blog e le pubblicazioni Web.

Per la stessa Galleria, ha curato la relazione da inviare al Professor Vittorio Sgarbi su Maralba Focone, artista torinese che esporrà in Mostra Personale il prossimo febbraio, proprio all’interno della Galleria Albatros, la cui inaugurazione sarà tenuta dal famoso Critico d’Arte.

Clicca qui per vedere il video della presentazione della Mostra Personale di THEOPA nella Galleria Albatros, il 13 ottobre 2018.

CURRICULUM ARTISTICO

  • THEOPA è stato inserito nel numero di marzo/aprile della rivista d’arte contemporanea As Art, con una sua intervista a pagina 35.
  • THEOPA ha partecipato alla XIII edizione della rassegna d’arte MILANO 3 VIVE L’ARTE.
  • E’ stato tra i protagonisti del successo della rassegna d’Arte di Calusco d’Adda, con 5 sue opere in mostra dal 3 al 10 giugno.
  • 2 sue opere che hanno per tema i suoi famosi manichini senza volto, precisamente “IDENTITA’ SENZA SPESSORE” e “L’OSSESSIONE DEL POTERE“, sono state scelte a insindacabile giudizio della nota Semiologa e Critico d’Arte, Nadia Celi, organizzatrice dell’evento a numero chiuso EXPO CONTEMPORARY,con 25 artisti in esposizione presso il prestigioso Palazzo Pincini Carlotti a Garda (VR), dal 16 al 26 giugno 2018.
  • Da giugno 2018, THEOPA è entrato a far parte della famiglia della Galleria Albatros, sita nel centro di Parma, dalla quale è rappresentato in Emilia Romagna con alcune tele in esposizione permanente.
  • Dal 14 al 20 settembre, ha esposto alcune opere a Roma, presso la Galleria Area Contesa.
  • In settembre, ha curato le grafiche dell’ultimo album della cantautrice Ahri Arianna Vitale, intitolato “NON SIAMO LE MASCHERE CHE PORTIAMO“.
  • Il 29.30 settembre e 5.6.7. ottobre, THEOPA ha esposto in Mini Personale presso lo stand 8 della Galleria Albatros, nei prestigiosi padiglioni fieristici di Parma, in occasione di ART PARMA FAIR 2018.
  • Dal 13 al 25 ottobre, ha esposto in Mostra Personale presso la Galleria Albatros a Parma, presentando una collezione di sue opere sulla società contemporanea.
  • THEOPA è stato inserito nella rivista d’Arte Contemporanea, EXPOART, con biografia, foto dell’opera intitolata L’OSSESSIONE DEL POTEREe nota critica del Maestro d’Arte Mario Salvo.
  • Da ottobre 2018, è Direttore Editoriale delle pubblicazioni Web della Galleria Albatros di Parma.
  • In novembre, ha curato la presentazione di Maralba Focone da inviare a Vittorio Sgarbi.
  • Dal 15 novembre 2018, THEOPA è presente in Mostra Collettiva Permanente presso i locali della Galleria Roccart Gallery, a Firenze, con alcune sue opere; galleria presso la quale si svolgerà una sua Mostra Personale dal 12 al 24 febbraio 2019.
  • Il 22 dicembre 2018, ha curato e presentato le critiche per le 12 opere finaliste della Preselezione per la Biennale di Venezia, che verranno presentate alla commissione del prestigioso concorso artistico.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...